30 luglio 2007

riflessi

C'è gente che nelle foto viene decisamente diversa rispetto alla realtà.
Nei riflessi c'è posto per cosa non si vuole vedere. Male che vada c'è photoshop.
Scalza

29 luglio 2007

adattati

Certe misure non le uso più. Una volta mi erano necessarie per bisogno e in alleggerimento di un qual certo desiderio.
Adesso, è un'altra storia, un'altra musica, un altro mondo.
Alla fine, è quasi un bene che mi sia persa. Peccato non averlo capito prima.
Scalza

28 luglio 2007

affiorati

Certi pensieri me li porto come braccialetti. Attorno ai polsi. Tanto per ricordarmi le cose, come certi fanno con l'ora. Ci ho pensato tante volte come mai l'orologio si porta proprio là. Io non l'ho mai sopportato ma forse è un ricordo di mani legate, di altre vite, di periodi diversi.
Il fatto è che poi si ricordano solo le cose che si vogliono e spesso, sono quelle altre che è necessario appuntarsi. Si, anche l'ora. Che capita anche che non passa e stai a guardarla ogni cinque minuti. Ma spesso è il contrario. Forse perché la marcia di questi tempi è decisamente veloce. Per questo si gode poco e male. La velocità non è consona al piacere.
Scalza

by night

Sono qui che guardo la luna e faccio l'amore con il mondo. Cosa c'è di più bello della Vita?
Niente.
Scalza

muovere posizionature

Sto incircando delle possibilità per sopperire a certi ragionamenti fatti solo per passare il tempo.
Quanti giorni sono passati da quell'ultima volta che ho abbracciato un cuore anziché la confinata pelle circostritta a un corpo?
Eppure, quando guardo dentro me non scorgo coperture o torri d'avorio che nascondono i sentimenti. Quelli sono liberi che viaggiano tra le terre e il cielo.
A volte si fermano in quelle nobiltà che scorgo nei silenzi del mondo. Laddove la terra è colma dell'amore degli angeli. Sono preziose le lacrime del cuore. Ora lo so.
E so che nella sensualità delle sirene che si vestono dei desideri degli uomini, non c'è il dolore ma solo disperazione.
Il modo si è perso, la babele infinita ora dimora tra le genti, gli idoli sono divenuti demoni.
Eppure. C'è ancora speranza perché il vento porta parole d'amore e i prati con l'erba alta, accarezzano quei raggi di sole che perduti in questo mondo, cercano dimora nel cuore di quegli uomini che non hanno smesso di credere.
Io li ascolto questi tempi. E spero. Anche per me.
Scalza

27 luglio 2007

anatomia di un sogno

Certe cose vanno tenute fuori dalla portata degli adulti. Bisogna essere minorenni per capirle e poi potrebbero essere usate malamente. Noi, non vogliamo questo.
Scalza

23 luglio 2007

aliens

Potremmo discutere sulla teoria evoluzionistica per giornate intere.
Intanto evolviamo lo stesso, momento per attimo perduto o no. Quando ti evoluzioni è la stessa cosa perché alla fine tutto finisce là.
Scalza

22 luglio 2007

Mirare [alto]

Annoto una certa aggressività in relazione al comunicare. Si può essere liberi di avere una certa opinione sul resto del mondo e su quei chi che si osservano per diletto o casualità. Eppure, sembra che questo generi una qualche forma di fastidio.

Ci ho pensato.
Per 3 volte.

Non mi dà noia che qualcuno mi pensi in maniera sbagliata. Neppure le so le opinioni di tutti. E se le sapessi sarebbe lo stesso. Tuttavia c'è stato un tempo dove dovevo convincere tutti a pensarmi com'ero per me. E a ben vedere era una follia. Per fortuna mi è passata.

Scalza

21 luglio 2007

Attese

Considerando tutto quello che è successo fino ad ora, nelle attese che ho lamentato pur di rendermi disponibile a certi eventi che sembravano accattivanti eventualità, non avrei mai pensato di poter arrivare a questo che ora si presenta come possibile attualità. Perché in fondo la scelta è sempre presente nella vita di ogni uomo, anche quando il dominio della circostanza prende il sopravvento. E nel dire comune si parla di destino anziché mancato esercizio del proprio fare.
Ma a volte è più facile, lo so.
Anche io credevo che così fosse e mi pareva di incontrare lo stesso cliché per lo stesso risultato. Poi un giorno ho scelto di seguire il fiume che dal sud porta l'acqua verso il nord. E ho capito che il vento porta parole lontano.
Stà solo a te decidere di ascoltarle.
Scalza

lungosante

Quanto è lunga la strada del treno?
È lunghissima.
Si, ma di quanti metri è lunga?
Non lo so ma forse su internet ce lo saprebbero dire.

Certi minorenni ti mettono al passo con i tempi e con un certo logico ragionamento.

Scalza

La specialità di un individuo è nella sua imperfezione.
Perché ci si innamora sempre dei difetti.
Mai delle qualità. Quelle sono come i canti delle sirene. Ti incantano ma senza Amore.
Giacché l'Amore ama la Verità.
Scalza

27 orizzontale

Chissà com'è chi fa le parole crociate. Magari pensa per definizioni. Forse parla anche per definizione e quando gli chiedono le cose, lui dice così e cosà. Forse la sua fidanzata l'ha lasciato perché invece di dire si e no, le offriva un rebus facilitato.
Non lo so, ma certa gente ha la Vita difficile secondo me. A volte le passioni ti dividono il cuore a metà. A meno che non trovi il complemento alla tua complementarità.
Scalza

Finché la barca va

Ci siamo adeguati a tutto, anche all'euro. Poi dicono che siamo un popolo di comodoni. Ma qui stiamo incomodi tra gli incomodi e non ci sono regole che tengano. Siamo finiti tutti fuori posto ma ci hanno incastrato in quel posto sbagliato. Come facevo io con le tessere del puzzle perché ho il difetto di assimilare le somiglianze.
Pensare che sono un tipo preciso. Forse sono vittima anch'io dei miei tempi.
Come tutti gli altri.
Scalza

20 luglio 2007

Confrontati

Chissà perché la gente non ha lo stesso gusto a parlare delle cose belle. A meno che non siano vantamenti che vanno bene per l'autostima fino ad un certo punto. Da quel punto in poi, non vanno più bene.
Scalza

Assembramenti

L'affollamento delle questioni inutili, disperde energia accumulata in eccesso e trattenuta per questioni che poco hanno a che fare con la virtù.
Quindi alla fine serve tutto, questo è un pò il senso.
Scalza

19 luglio 2007

giramenti

Se le palle girano per predisposizione aereo-dinamica, girano anche i palloncini.
Tutti colorati, tutto intorno.
Scalza

Prospettive focalizzate

Neppure i termini di paragone ti aiutano ad avere la giusta prospettiva. Perché la prospettiva è il relativizzare una distanza. Che certe cose a volte ti sembrano vicine e invece sono abbastanza lontane. Un pò come quando si guardano le stelle. A vederle si direbbe che sono tutte là vicine a guardare i pensieri del mondo. Forse lo fanno, per carità ma dalla volta dell'universo il mondo ti appare per volontà amorevole. Non certo per visibilità.
Scalza

18 luglio 2007

By night

L'orsa maggiore stasera mi ha detto che stanno per arrivare delle novità. Perché le stelle parlano davvero ma pochi ci credono. Anche quelli che poi mettono le loro piccole parole in bocca agli astri, per speculare sui sogni delle persone. È una cosa che mi fa un pò soffrire ma poi P. mi dice che anche loro servono a far crescere gli uomini, perché alla fine un dubbio ti deve venire. Non si può credere senza pensare. Allora, ho imparato ad accettarli come istruttori di serie C, ma mi stanno antipatici lo stesso.
Scalza

Scambiati di gruppo

Certe volte neppure ci si rende conto che la riga che era di là ora è di qua. Se non fosse stato un provvidenziale mal di terra, neppure me ne sarei accorta.
Scalza

ily

Assaporare certi attimi di tempo non ha prezzo. E poi sappiamo bene, che in fondo si paga anche quello.
Nel tempo giusto la Vita ti svela ogni segreto o, come direbbe il mio Maestro P., la semplice Verità.
Scalza

17 luglio 2007

Assaiante

E nell'assai uno poi si può anche perdere.
Scalza

border line

Certi pensieri sono circoli viziosi. Bisogna aprire una finestra e lasciare che vaghino nell'universo ma poi mi sono chiesta 'e se non si disperdono?'. Mi sono sentita responsabile della loro esistenza e quindi ho cercato di immaginare che fosse possibile educare quei certi pensieri in una forma di recupero. Del resto se riusciamo a farlo con i rifiuti indifferenziati, perché non provare anche con il resto?
Scalza

16 luglio 2007

Più e meno

Più corri, meno hai fiato adesso ma nel tempo avrai più fiato e correrai meno fino a quando avrai meno fiato. E ricomincerai.
Tutto sommato se ti accontenti del fiato che hai, è meglio.
Scalza

note book

Voglio ricordarmelo questo giorno. La paura, l'affanno, gli occhi di quell'anziana signora che mi hanno abbracciato in quella che è la vera disperazione.
Non si è mai troppo preparati per essere genitori. Non si è mai pronti per restare soli. Non si è mai abbastanza forti a vivere il dolore.
Poi ci sono gli Angeli che ti aiutano, io li sento. Ma anche se non li sentissi, ci sarebbero lo stesso. A sorridere con la loro bellezza su di noi, che alla fine cerchiamo mille cose diverse che però hanno un solo nome: Amore.
Scalza

avanzamenti

Non so dire cosa mi attrae di più della vita. Forse il fatto che si vive.
Scalza

15 luglio 2007

Ambo secco

Secondo me le vacanze fanno bene anche quando vanno male.
Tuttavia se vanno bene, è un doppio meglio che sa un pò di meglissimo.

salva.genti

La felicità è a portata di mano, strano non averlo capito prima.
Avrei risparmiato tante inutili aspettative in illusorie visioni. Con discese libere che sapevano di baratri infiniti. Tuttavia è bello che ci sia arrivata. Sono ancora in tempo per rimediare a qualche fatto. Preso atto di certe verità, essenziale è decidere se accettarle.
R. mi diceva sempre che senza l'accettazione non si entra in ospedale e neppure in paradiso. Si, aveva ragione anche se con il suo esempio non è stato ragionevole nella ragione.

Perché alla fine il mostrato è sempre il Maestro migliore e questa cosa la sa anche quel minorenne che vive con me.

Scalza

13 luglio 2007

Senza se

Comunque io agli ufo ci credo.
Del resto il mondo è pieno di alienati, quindi non vedo proprio cosa ci sia di strano.

:-p

Diamoci un tempo

Ci pensavo nella fretta di questa giornata impegnosa, che in fondo sono passati quegli anni della follia imperativa di disambigue appartenenze. È un bene aver vissuto quel tempo nel tempo giusto. Perché fondamentalmente non c'è nulla di male nel vivere appartati da un senso più generale. Il difetto è solo quello della mancata comunicazione.
C'è a chi non importa.
C'è chi lo ritiene fondamentale.
Non è importante ma giusto sarebbe saperlo.

Scalza

12 luglio 2007

non si fa

Qualcosa alla fine l'ho capita anche io. Che credevo di poter esser qualsiasi cosa mi passasse per la testa, solo perché mi sembrava che essendo già stata, qualcosa di diverso l'avrò anche fatta. Però le cose stanno solo in attualismi che non si possono tagliare a tout court solo per quella volontà di semplificare. Quelle sono tecniche da bari, non sono ammesse al cospetto del corteo della Verità. E poi mi viene meglio quello che so effettivamente fare. Tutto qua.
Y

Questioni ufficiali :-)
Va bene, mi arrendo.
Prima però, fallo tu.
Scalza

Ci ho provato in tutti i modi. Ho usato:
 
1) la persuasione
2) l'indecisione
3) la cleptomania
 
Il numero tre è una tecnica che non dovrei svelare -forse- in un blog. Ma ci sono persone che leggono senza vedere. Quindi non mi preoccupo più di tanto. La prima volta che l'ho usata è stata per sbaglio. Ho fatto che prendere una chiave che mi hanno detto che era inglese. Ora lo so con certezza perchè le riconosco, ma allora per me poteva anche essere francese. Era pressochè lo stesso.
Comunque quella volta là, stavo discutendo con il proprietario di quella chiave e dovevo convincerlo che potevamo andare al mare anche se il tempo non era bellissimo. Alla fine la chiave è sparita ed è cominciato un dramma. Così in cambio di una chiave ri-trovata sono arrivata dove volevo. Il metodo funziona, c'è solo un piccolo particolare che bisogna considerare.
 
Occorre avere qualcosa da cleptomanizzare.
 
Scalza

Provazioni







Probabilizzare eventi incompresi
Come se non fossero mai esistiti ma possibili nella verifica degli atti o dei fatti che vanno e delle cose che poi restano a guardare orizzonti più a nord. Come fai tu che aspetti di vedere la luce rossa che illumina il cielo come se fosse un altro sole. Nella notte muovi passi che di giorno non sai fare.
Paura di essere visti.
Come se fosse la percezione dello sguardo su di te, fosse un inganno difficile da togliersi. Con il rischio di non proseguire più. Non si può pretendere tutto e subito.

Scalza