16 ottobre 2009

Sottrattivamente parlando


Non sempre gli sfoghi servono. Ci va la musica, per esempio. Ballarci sopra è meglio ma anche sculettare mentre si fa qualcosa che dovrebbe lavorativizzare qualcuno per contratto stabilito a priori o in nero, fa lo stesso.
Certe cose, confesso, mi piace di più se sono sporche perchè mi danno un gusto migliore. Come la frutta presa attaccata agli alberi che magari non è proprio disinfettata e purificata ma è più buona per quella s-porcheria che tra i raggi si addentra fino a succosare la sostanza. La sostanza è sempre più fondamentalmente importante. Per esempio R° è uno di sostanza e mi piace il suo sostantivizzarmi senza troppe preliminarità. Poi è carino, perchè pensa che io sia innamorata di lui e questa cosa mi aiuta a pensare che so ancora innamorarmi anche se temo che non sia vera. Forse lo è. Chissà. Mi piacerebbe se lo fosse ma so che sarebbe troppo bello per me. Quindi immagino che non lo è.

E' una fortuna essere superficiali. Non da tutti, intendo.

Scalza


2 commenti:

just a man ha detto...

Sì,è una certa fortuna.Mi si diceva che si soffre meno.Ma anche che non si può raggiungere altrimenti determinate sensazioni.Anche qui mi viene...chissà se è una cosa buona.

scalzasempre ha detto...

bisognerebbe dire che dipende dalla proprietà personale detta meglio caratteristica individuale.