17 marzo 2010

Plausibili

La mia foglia di violetta africana mi ha raccontato un sogno che mi è piaciuto.
Anche io faccio sogni belli, anche quando la mattina viaggio che il sole tra una scia e l'altra ancora c'è. Nonostante le macchie solari che non sono altro che esplosioni che viaggiano nel plasma cosmico. Dev'essere per quello che A. non mi saluta più quando lo incontro.
Si sarà plasmato cosmicamente come capita quando ti lasci andare alla corrente e non capisci più che consapevolezza hai. Poi un giorno ti svegli e ti dispiace.
Lo so perchè è capitato anche a me.

Per questo poi resto, anche se chi era andato poi torna a chiedermi che ora è.
Spesso è solo l'ora di aspettare qualcosa. Una meteora che sembra una stella che cade come quei sogni che vorrei avere anche di qua, dove non so volare ma resto a guardare il cielo con quelli che come me sanno che prima o poi qualcosa arriverà.

Scalza

2 commenti:

just a man ha detto...

Romantica e sognante.Mi spiace per te,ma mi consola.Perchè così si fa numero.Plausibilmente.

scalzasempre ha detto...

giusto just. Come si suol dire mal comune, mezzo gaudio. Se il male è cosmico, il gaudio è completo. Verosimilmente.