30 luglio 2009

Parli[amo] pure...



L'amore non possiede, nè vuole essere posseduto.
(K. Gibran)

***

Infatti quando incontri l'amore resti libero anche se ti impegni perchè l'impegno è nell'espansione non nella costrizione.

L'amore è un bell'inganno per il cervello.

Come quando ti dicono che ti vogliono (bene) e il bene è solo il modo con il quale ti vogliono.
Bene per chi vuole, ovvio, non per chi è voluto.
Tuttavia è un errore comprensibile nella distorsione che si completa nell'ignoranza grave dell'intelligenza. L'intelligenza non è sempre saputa infatti. Spesso è ignorante.
Comunque io sono una single accanita che traviso spesso. Che ne posso sapere!
So solo che quando ho fatto delle prove per riempire dei vuoti cosmici, lo raddoppiavo (il vuoto) e mi sentivo prigioniera di quel raddoppio, in perdita sequenziale.
Forse avrei vinto unicamente sulla base di una dispersione sociale che esisterebbe per provare la raffinatezza di certe osservazioni. Perchè in fondo, è questo che conta per l'osservatore socialmente protetto dalla socialità.

Scalza

3 commenti:

just a man ha detto...

A parte l'ultimo periodo,che non proverò a decifrare ulteriormente,santa subito.dibbrutto.è che io non sono molto bravo ad esprimermi,perchè se no io le direi uguali queste cose.

scalzasempre ha detto...

si si santa scalza!!! vi faccio diventare tutti buoni a righellate !

just a man ha detto...

uuuhhh... eeheh