6 gennaio 2010

Introduce myself




Comunque i divani rossi mi fanno sempre venire in mente le stesse cose, è inutile.
Forse era primavera ma sono sicura che eravamo andati all'ikea per comprare una cassettiera per mettere tutti i biglietti che P. scriveva per me e poi conservava sempre per me.
Io li avrei buttati perchè conservare troppo non va bene, lo dice sempre anche la Pat.
In ogni caso P. non li voleva buttare perchè diceva che io tendevo a dimenticare le cose e quindi quelli mi aiutavano. Ma era maniacale, non riuscivo a sopportarlo.
Li divideva per mese e li leggeva spesso. Soprattutto quando cercavo di litigare con lui.
Così quando siamo andati all'ikea, ho pensato che forse i biglietti li scriveva più per lui che non per me.
Perchè ci sono persone che devono usare gli altri per convincersi che sono proprio come hanno pensato e se per caso quelle persone usate gli fanno notare che non è così, loro scuotono la testa e dicono che "non hai capito".
P. scuoteva sempre la testa, anche quando si è seduto su quel divano rosso dell'ikea e mi diceva quelle cose che non ho dimenticato nel senso ma non saprei più riportare nelle parole.
Poi il tempo passa ma restano quelle sciocche dimensioni temporali che si materializzano quando vai a casa di qualcuno che ha un divano rosso e tu chiedi se è dell'ikea e loro ti dicono di "si" e tu ripensi a P., ai suoi bigliettini che magari conserva ancora in quella cassettiera metallica rossa, come tutti quei divani che ho incontrato e che non vorrei incontrare mai più.

Scalza

3 commenti:

just a man ha detto...

Be'..."svaligiati" mi sembra proprio*appropriato.( * che non si dovrebbe dire ma io l'ho detto.) :)

macchiagrigia ha detto...

dovevi "spaccargli la faccia" e bon...
JTA!

scalzasempre ha detto...

caspita just! ma leggi anche i tags? mi metti nella tags.responsabilità :)


ciao macchia, gliel'ho spaccata...tranquY :-***