4 novembre 2009

Massimizzare risultati minimi

Poi pensavo delle cose che mi giravano tra pensieri di altra natura che è meglio non scrivere per evitare pentimenti visto che si legano ai sentimenti.
1) Pensavo che non mi sarei ammalata perchè ho fatto tutte quelle cure anticorpiche, invece il mio nat.(*) mi ha detto che proprio per quello la porchite mi è arrivata a porchizzare. Comunque non lo capisco.
2) Pensavo che crescendo non avrei avuto più tanti pazzi a disposizione perchè si sa che i maschi grandi danno retta alle giovani femmine. Non avevo considerato che i maschi piccoli sono au contraire. Il che mi fa riflettere che il problema maggiore dei maschi è di essere sfasati nella temporalità e che forse mi innamorerò amando un maschio che è sfasato nel suo genere ma fasato sul mio. Un po' gay dal punto di vista temporale insomma. Questo lo capisco.
3) Pensavo che in fondo lavorare mi piace come non lavorare e quindi alla fine il conflitto non c'è perchè faccio quello che capita che mi piace lo stesso. Forse perchè non mi piace qualcosa in contrapposizione al non piacere di qualcos'altro e questo mi rende praticabile alla praticità. Questa cosa non la capisco ma mi fa bene.

Scalza

(*) naturopata

6 commenti:

just a man ha detto...

Ahahah...Sei un genio totale.

scalzasempre ha detto...

:-) grassssie! Y

scalzasempre ha detto...

cmq chi capisce un genio, un po' geniale lo è

just a man ha detto...

Se ti riferisci a me,ma chi l'ha detto che ti capisco?! :)

scalzasempre ha detto...

capire l'essere genio, il resto sarebbe troppo intimo :-)

just a man ha detto...

Sottovaluti il tuo sottovalutarti!.. (ehehe):)